Masseria Mazzei - Le Colline del Gelso - Corigliano Rossano (Cs) © 2019- Tutti i diritti riservati - |P.I.: 02671300784|-|Privacy Policy| 

I° SERATA - Le Colline del Jazz - Take 7

Le Colline del Jazz -- Take 7
 Registrazioni chiuse
 
0
Data: Domenica 23 Luglio 2017 21:00

Luogo: Presso Masseria Mazzei  |  Città: Rossano, Italia

22-07-2017 - COMUNICATO STAMPA

Cene e musiche d'autore domenica 23 luglio alla Masseria Mazzei - Rossano.

IL GRANDE CHITARRISTA TAMPALINI, LA POTENTE VOCE DI ELISA BROWN E IL POLISTRUMENTISTA DANIELE FABIO APRONO LE COLLINE DEL JAZZ...

DONYA MUNI, SUONI DEL MONDO. JAZZ, CLASSICO ED ETNICO PER UNA SERATA DI QUALITA’.

Dal classico, al jazz, all’etno-popolare per una serata dai mille colori musicali e sapori gastronomici.

Prendi il miglior chitarrista classico italiano, mettici accanto la più potente voce soul del Sud Italia, legali con uno straordinario polistrumentista compositore jazz e il concerto è qui, pronto a fare vibrare gli animi dei fortunati spettatori di domenica 23 luglio.

Il piccolo palco de LE COLLINE DEL JAZZ vedrà, infatti, inaugurare la sua settima edizione con un trio di vero valore artistico-culturale: GIULIO TAMPALINI, ELISA BROWN E DANIELE FABIO, in DONYA MUNI, che in giavanese significa suoni dal mondo.

TAMPALINI, Premio delle Arti e Cultura 2014, primo premio al Concorso internazionale Narciso Yepez di Sanremo, al T.I.M. di Roma, e in tanti altri momenti agonistici internazionali, si è affermato come il più carismatico e conosciuto chitarrista classico italiano. Oltre 25 i suoi dischi solistici all’attivo, di cui il“Francisco Tarrega: Opere complete per chitarra” è stato premiato con la Chitarra d’Oro al Convegno Internazionale di Alessandria come Miglior CD dell’anno. Docente di chitarra presso il Conservatorio di Adria, ha pubblicato diversi libri tra cui “La Musica è Felicità”. Normalmente tiene concerti da solista e accompagnato da orchestre sinfoniche in tutta Italia, Europa, Asia ed America e ha negli anni partecipato al Concerto di Natale in Vaticano in onore del Papa, nonché all’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano.

Nella sua orami nutrita carriera di studi e partecipazioni musicali, è stato anche suo allievo DANIELE FABIO, cantante, compositore e polistrumentista, che con versatilità e naturalezza passa dalle chitarre, al liuto, al bouzuky irlandese, alle percussioni, alla tastiera, all’ocarina, al flauto, all’oud, al sitar, al mandolino, etc.  Dalle basi jazzistiche a quelle classiche, alle rivisitazioni etniche, agli incontri lirici, alle esperienze di turnista con numerosi artisti italiani, Fabio è un artista dalle mille risorse e con il suo primo disco in uscita.

Saranno proprio alcuni brani da lui scritti nell’albumMondi internia costituire una parte delrepertorio del concertoa LE COLLINE DEL JAZZ, che per l’altra metà percorreràmusiche popolari provenienti dal mondo. Gli arrangiamenti prevedono sessioni di improvvisazione e utilizzo di strumenti etnici. Ma a dare calore, forza e intensità a questa performance ci sarà la voce africana diELISA BROWN, che con le sue doti di incredibile duttilità vocale attraversa i generi musicali più svariati, dal gospel al blues, dallo swing al jazz , dal pop al rock. Apprezzata e notata in ogni contesto musicale, ha vinto diversi concorsi tra cui il Tour Music Fest, con una giuria presieduta da Mogol. L’amore per la musica le ha permesso di salire sul palco, negli anni, con persone del calibro di Cicci Santucci, Joe Amoruso, Rino Zurzolo, Davide Santorsola, Stjepko Gut, Antonella Mazza,Trini Lopez Massie e Rodney Hubbard, Leon Lacey e il Grammy Award Vaughan Phoenix. E’ della Brown anche la direzione artistica di questa edizione della rassegna jazzistica rossanese.

L'incontro di queste tre personalità musicali ben definite, dà origine ad uno spettacolo suggestivo , che vede l'unione della musica classica, del blues, del jazz, della composizione inedita, della composizione estemporanea, della musica etnica e della ricerca culturale, in una dimensione coinvolgente e fruibile a tutti, attraversoun viaggio nei "MONDI": Mondi Interni, Paesi nel Mondo, Mondi Musicali.

Le prelibatezze delle cucine della Masseria Mazzei e la magica atmosfera che si respira sui freschi giardini a bordo piscina, all’ombra dell’antico casale, faranno il resto. Insomma, una serata imperdibile, per salutare insieme l’inizio, in bellezza, di questa settima edizione de LE COLLINE DEL JAZZ, a Rossano.

Ricordiamo che è necessaria la prenotazione e che per tutte le serate i concerti saranno garantiti all’interno in caso di maltempo.

13-07-2017 - COMUNICATO STAMPA

Ai nastri di partenza la 7° edizione della rassegna artistico-gastronomica LE COLLINE DEL JAZZ.

Il 23 luglio la prima delle sei serate sui giardini della Masseria Mazzei a Rossano.

Rossano. Ritorna, puntuale, Le Colline del Jazz, uno degli eventi oramai storicizzatisi del nostro territorio e tra i pochissimi ospitati nel fertile e panoramico territorio collinare della città, sui giardini di una delle residenze d’epoca, suggestive e ricche di storia, che rappresentano un volto determinante della nostra identità e del nostro spirito del luogo.

La Masseria Mazzei è la location, ma della famiglia Mazzei anche l’organizzazione, il sostegno e la cura dell’evento, patrocinato dall’Assessorato al Turismo e Spettacolo del Comune di Rossano e supportato, nella comunicazione, da partner come L’eco dello jonio, Ionio notizie, Radio Calabria e l’Associazione fotografica Luce.

<<Quando abbiamo iniziato anni fa la prima edizione de Le colline del jazz>>, ha affermato Alessandra Mazzei, <<lo stimolo primo è stato quello di trovare un’espressione che ci consentisse di porre la nostra Masseria, allora di recente ristrutturata, come luogo che potesse offrire anche all’hinterland una proposta culturale di nicchia, che conciliasse un linguaggio internazionale con la forte connotazione identitaria. Il risultato è stato questo “racconto”, articolato sulle note del jazz, seppure declinato con vari moduli e contaminazioni, accompagnate dalla gastronomia nostra tradizionale, un po’ rivisitata. Il senso profondo è da sempre quello di dare un valore anche sociale ad un luogo antico, trovando forme nuove e pubbliche per farlo tornare ad esprimersi e ad accogliere visitatori.>>

L’idea è che il format possa essere replicato, in modalità e con eventi differenti –ma continuativi-, in altri caratteristici luoghi storici delle nostre campagne rossanesi e che la collina, la terra, i casali, i panorami e la gastronomia possano unirsi all’arte per contribuire a rinforzare l’esprit du lieu del nostro territorio.

In queste sette edizioni, accanto ai nomi di artisti regionali di grande valore, sul piccolo palco de Le colline del jazz si sono anche avvicendati importanti nomi del panorama jazzistico e musicale nazionale e internazionale. E’ appena il caso di ricordare Natalio Mangalavite e Juan Carlos Albelo , Walter Ricci, Raffaela Siniscalchi, Nicola Pisani e Giovanni Amato, Antonella Mazza,  i Res Publica, Quintino Protopapa e Sara Schettini, e tanti altri.

Anche l’edizione 2017, che vede nuovamente come partner artistico-organizzativo la Blowing on Soul della validissima artista Elisa Brown, riserverà delle interessantissime sorprese di atmosfere, nomi e proposte.

In attesa di scoprire l’intero programma, segnaliamo la prima serata di questa rassegna, domenica 23 luglio, come sempre con Cena e Musica d’autore, alla Masseria Mazzei, Rossano.

I concerti, si ricorda, saranno accompagnati dalle degustazioni gastronomiche ed è necessaria la prenotazione, contattando i seguenti recapiti:

 

Telefono
335. 5366452 - 338. 4289504 - 0983.569136
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet
Luogo
Strada Statale 106 Jonica, Cosenza
Rossano, Italia

 

Google Maps


 

Altre date


  • Domenica 23 Luglio 2017 21:00

 

Lista Partecipanti

 Non ci sono Participanti 
 

Powered by iCagenda

Prossimi Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

 

Archivio Eventi Jazz

 -------->

 

Statistiche gratis